Slow Wool – Un piccolo angolo di Felicità

22 Gen

Oggi mi sono recata a Guspini nella provincia del Medio Campidano

guspini

Faceva parecchio freddo e quindi clima adattissimo a visitare una mostra sulla lana!
Slow Wool
      è il nome dell'esposizione (nel link tutti i dettagli per raggiungere il posto e i contatti) organizzata presso Nuove Tecnologie Arredi e Falegnameria Ecologica e curata da Graziella Caria delegata ANAB ( Associazione Nazionale Architettura Bioecologica) arredatrice e designer di Ovile Sardo Design e di Slow Wool Italian Design.
I materiali sono di Edilana

E' stata una visita davvero interessante (a parte le lotte con la prole al seguito che scalpitava per scroccare caramelle e biscotti!).
Ho visto e provato (un materasso super rilassante) tante cose interessanti ma è ovvio che la mia attenzione fosse principalmente rivolta al feltro!

tessuti

Qui un insieme di meraviglie!
Lana cardata di pecora sarda autoctona e tutti suoi derivati: orbace anche tinto con vinacce di Cannonau, pannelli di lana infeltrita di vari spessori e colori usati per realizzare moltissimi e bellissimi ed originalissimi lavori.
Eccone alcuni di seguito.

Questo è un orticello verticale tutto in lana sarda infeltrita

orto verticale

Cuori portaoggetti o porta piantine

cuori portaoggetti

cuore

Mantello in Feltro

mantella

Culla porta bebè, vestitino in orbace e scarpine

culla

Tailleur in orbace e feltro

abito

Casette per uccelli e cucce per cagnolini e gatti

cucce

casette uccelli

Vasi (bertulas) in feltro di Pietrina Atzori

bertulas

Panca con fondo portabottiglie, cuscini e rivestimento in feltro e portabottiglie dietro lo schienale! Non sia mai che ti venga sete…

sedile

Sedie il cui rivestimento (sempre in feltro) ospita tasche porta piantine, portagiornali e portaoggetti. Geniale.

sedie

Abitini

abitini

Mobiletto con porta piantine, presine, portasemenze, sottopentola

mobiletto

Sedili col vello della pecora

sedili

Una libreria in feltro

libreria

Rose

rose

Una vera fonte d'ispirazione per chiunque ami lavorare con la lana.
Io ho acquistato dei pannelli di lana infeltrita, del cordino di lana e dell'orbace.La lana cardata non l'ho presa solo perché i colori che volevo io non erano al momento disponibili, ma rimedierò molto molto presto!

DSCN6303

L'orbace è un tessuto di lana ottenuto mediante una specifica lavorazione che risale ad epoche molto antiche (probabilmente questo tessuto era già usato per il vestiario dei soldati dell'antica Roma). L'armatura è a tela e il colore, tipicamente scuro, è dato con la tintura. La particolarità dell'orbace, ottenuto selezionando i peli più lunghi durante la fase della cardatura, era quella di aver subito, dopo la tessitura, un processo di follatura che ne provoca l'infeltrimento, in modo da ottenere un panno robusto ed impermeabile. Normalmente l'orbace viene prodotto in colori scuri, perlopiù nero o grigio.

La follatura richiede di esercitare grandi pressioni sul tessuto imbevuto di acqua calda insaponata, allo scopo di far compenetrare tra loro le fibre e ottenere un tessuto compatto. Questa operazione veniva tradizionalmente effettuata calpestando a piedi nudi i tessuti oppure utilizzando magli appositi (gualchiere), che erano messi in movimento da ruote che sfruttavano la corrente dei fiumi o di altri corsi d'acqua. (fonte Wikipedia)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: